Come deve essere l’alimentazione della donna in un momento importante della gravidanza e che ruolo svolge la carne di qualità in ambito nutritivo? Ne parliamo con la nutrizionista biologa dott.ssa Francesca Amatulli in questo secondo appuntamento che abbiamo dedicato agli aspetti nutritivi legati, in modo particolare, all’abbinamento con la carne.

Cominciamo con il chiarire che tipo di rapporto sussiste tra buona salute della madre e quella del nascituro nel periodo della gravidanza.

La gravidanza è un evento fisiologico in cui la salute del nascituro dipende strettamente da quello della madre e un buono stato di salute della madre dovuto ad una corretta alimentazione prima e durante tutto il periodo gestazionale è fondamentale – commenta la dott.ssa Amatulli.

Come deve misurare il fabbisogno energetico una mamma che aspetta un bambino? 

In questo periodo è richiesta sicuramente una maggiore quantità di energia ma la stima corretta del fabbisogno va fatta individualmente in quanto dipende strettamente dall’indice di massa corporea pre-gravidanza e dall’attività fisica svolta.

A proposito, invece di fabbisogno nutritivo, cosa bisogna privilegiare e quale importanza ricoprono le proteine animali?

E’ importante inserire nell’ alimentazione quotidiana pesce, legumi, uova, formaggi e carne sia bianca che rossa con un elevato contenuto di ferro avendo cura di cuocerla sempre in modo accurato. Una volta a settimana è possibile sostituire la porzione di carne con quella di salumi ricordando che gli unici concessi in caso di non immunità dalla toxoplasmosi sono prosciutto cotto e mortadella. Molto consigliato è il filetto di vitello che presenta una buona composizione lipidica con un rapporto favorevole tra grassi saturi e insaturi. Il ruolo delle proteine animali è fondamentale durante la gravidanza per la formazione dei tessuti muscolare e nervoso del nascituro e per lo sviluppo della placenta e del liquido amniotico che garantiscono il passaggio delle sostanze nutritive al feto. 

Quanto è importante assumere alimenti con acido folico?

E’ fondamentale, in quanto svolge un ruolo centrale nello sviluppo del sistema nervoso del feto. Si tratta di una delle vitamine spesso deficitarie durante la gravidanza che pertanto necessita di una integrazione supplementare. Per questo, alimenti ricchi di questa vitamina come cereali integrali e verdure a foglia verde come spinaci e bietole devono essere consumati quotidianamente in quanto aiutano anche a combattere la stipsi, un problema frequente nelle donne in gravidanza.

E’ bene ricordare alle donne in gravidanza recettive per la toxoplasmosi di escludere oltre ai cibi crudi e poco cotti anche frutta e verdura cruda non accuratamente lavata.

L’alimentazione durante la gravidanza: l’importanza delle carni bianche e rosse per una dieta equilibrata
Vota questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti una migliore esperienza di navigazione. In linea con il nuovo regolamento sulla privacy (GDPR - Regolamento UE 2016/679), puoi accettare l'utilizzo di questi cookie premendo sul pulsante accetta. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Cookie e Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi