In una importante e necessaria logica di crescita aziendale, Domenica 13 e Lunedì 14 marzo, lo staff dello Sfizietto ha preso parte al Salone delle Eccellenze Enogastronomiche “Taste 2016” promosso da Pitti Immagine che si è svolto alla stazione “Leopolda” di Firenze. Per il team dello “Sfizietto da Matteo” si è trattato di un importante momento formativo e di confronto con le migliori eccellenze del food che a Firenze hanno portato il meglio dell’enogastronomia, con il chiaro obiettivo di promuovere tipicità territoriali italiane come pasta, salumi, confetture e vino.

Per tutti noi è stato molto importante esserci – commenta Matteo Laera. A Firenze abbiamo avuto modo di confrontarci con produttori sempre più attenti alla qualità di quello che propongono ai loro clienti. Sono stati due giorni molto intensi in cui abbiamo avuto conferma della necessità di proseguire sulla strada della genuinità di quello che facciamo come macelleria ma anche nelle proposte di prodotti di qualità come la pasta che sono già disponibili nel nostro punto vendita. E’ stato bello andarci assieme, in una logica di crescita di gruppo che porta benefici al nostro lavoro quotidiano.

In questi due giorni – conclude Matteo – abbiamo avuto modo di incontrare professionisti del mondo dei salumi come Giuseppe Santoro dell’omonimo salumificio di Cisternino. Al tempo stesso, di grande valore è stata la visita all’antica macelleria “Falorni” che ha sede a Greve del Chianti e l’incontro con Dario Cecchini, il macellaio più famoso della Toscana che opera nella città di Panzano in Chianti.

Anche i commenti dei ragazzi dello staff dello Sfizietto sono molto entusiasti. Secondo Angelo Cristofaro, quest’esperienza ha consentito di aprire ulteriormente gli orizzonti del lavoro quotidiano in quanto è stato molto proficuo comprendere gli sforzi dei produttori di promuovere la qualità sulle nostre tavole.

Dello stesso parere anche Gianfranco Raffaele secondo cui il Salone delle eccellenze “Taste 2016” ha ben promosso il ritorno alla genuinità dei prodotti e che questa sensibilità dovrebbe essere sempre più sentita anche dalla classe politica che dovrebbe promuovere in maniera più forte il consumo di prodotti senza conservanti.

Per Angelo Gentile, chef dello Sfizietto, “Taste 2016” è stata la fiera più bella fin qui vista. La cosa significativa è stata quella di vedere la professionalità di aziende sempre più impegnate nella valorizzazione dei prodotti e delle ricette di un tempo. Questo salone delle eccellenze ha confermato che bisogna tornare al sapore naturale dei prodotti, obiettivo su cui noi dello Sfizietto lavoriamo tutti i giorni.

Taste 2016: Lo staff Sfizietto al salone delle eccellenze enogastronomiche
Vota questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti una migliore esperienza di navigazione. In linea con il nuovo regolamento sulla privacy (GDPR - Regolamento UE 2016/679), puoi accettare l'utilizzo di questi cookie premendo sul pulsante accetta. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Cookie e Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi